donne etrusche

Ci sono volute cinque giornate e una lunga attesa, ma finalmente è arrivata per le “Donne Etrusche” la prima vittoria sul campo nel campionato di seria A, un successo meritato, colto contro le “Belve neroverdi” L’Aquila, frutto di una grandissima determinazione e di un buon livello di gioco, che porta a tre i risultati utili consecutivi, dopo la vittoria a tavolino con Frascati e il pareggio esterno ottenuto contro il Cus Roma, e proietta la franchigia cortonese-perugina a un inaspettato quanto lusinghiero terzo posto in classifica a quota tredici punti.

Come ormai consuetudine anche questa volta la squadra guidata dalla coppia Villanacci-Battistelli ha voluto regalare brividi ed emozioni e attentare alle coronarie dei deboli di cuore, ottenendo una vittoria sul filo di lana quando tutto sembrava ormai perduto, al termine di una partita caratterizzata da un’altalena di risultati che ha visto le Etrusche rimontare per ben tre volte.

Il match prende il via nella maniera peggiore, le aquilane si portano quasi immediatamente in vantaggio andando in meta al largo; a riportare il risultato in momentanea parità ci pensa Keller con uno strepitoso intercetto e un’interminabile volata di cinquanta metri.

Galvanizzate dal pareggio ottenuto (5-5), le Etrusche premono sull’acceleratore, continuano ad attaccare, prendono possesso stabilmente della metà campo avversaria esprimendo un gioco efficace e incisivo, fino a quando, in maniera inspiegabile, staccano la spina. Il black-out dura fino alla fine della prima frazione di gioco, lasso di tempo più che sufficiente alle “Belve neroverdi” per andare per due volte in meta, anche sfruttando le superiorità numeriche per i gialli comminati a Rossini prima e Keller poi, perforando la difesa delle padrone di casa prima all’ala e poi in mischia.

Il primo tempo si conclude con un 5-15, l’intervallo serve alle Etrusche, come ormai d’abitudine, per riorganizzarsi, riordinare le idee e ascoltare le “pacate” indicazioni e i “tranquilli” incitamenti di coach Villanacci, che chiede alle sue atlete una reazione decisa e una prova d’orgoglio.

Ancora una volta la squadra che rientra in campo alla ripresa del gioco pare trasformata e animata da una determinazione incrollabile; a dare il via alla rimonta è ancora una volta capitan Keller, che si incunea nella difesa aquilana , rompe un placcaggio e schiaccia in meta, Bianchi trasforma e si va sul 12-15; il sorpasso è frutto di una giocata della tre quarti che consegna l’ovale a Borghesi, che scompare dai radar della difesa avversaria e si materializza quasi per magia oltre la linea di meta (17-15).

L’Aquila reagisce immediatamente, si riversa in attacco e mette sotto pressione la difesa cortonese-perugina, che però si difende strenuamente sulla linea dei propri cinque metri senza lasciar passare le avversarie e senza arretrare di un centimetro, solo dopo lunghi minuti la trincea viene perforata per il nuovo vantaggio ospite (20-17).

Il controsorpasso sarebbe un colpo letale per chiunque, ma i verbi arrendersi e mollare non fanno parte del vocabolario etrusco, e così, ancora una volta la squadra umbro-toscana prova il tutto per tutto, getta il cuore oltre l’ostacolo e viene premiata : a regalare la storica vittoria è Bianchi che, sfrutta al meglio una palla conquistata dalla mischia, sfonda due placcaggi, schiaccia in mezzo ai pali, realizza la trasformazione e sigilla il risultato sul 24-20.

Vittoria importante, perché non casuale o estemporanea, ma frutto dei continui progressi, del lavoro, della determinazione e del carattere di un gruppo di atlete che sta imparando velocemente a correggere i propri errori e si sta dimostrando in grado di confrontarsi alla pari con squadre molto più esperte e smaliziate.

Ulteriori motivi di soddisfazione sono il rientro in squadra di Bartolozzi, e la possibilità di avvalersi dalle prossime gare di alcune atlete del Cus Siena, che ha accettato il tutoraggio, e che potranno dare un importante contributo alla causa delle “Donne Etrusche”

Menzione d’obbligo per Castellini, storica bandiera del rugby perugino, che ha deciso di rimettersi paradenti e scarpini, ha saputo, con la sua esperienza, trasmettere tranquillità a tutta la squadra ed è stata protagonista, forse anche perché spronata dagli incessanti “Forza mamma” provenienti dagli spalti, di una prestazione di spessore.

Nella sesta giornata, domenica prossima, andrà in scena, a Terni, il primo derby stagionale, quello contro “Umbria rugby ragazze”.

“DONNE ETRUSCHE” : Mastroforti, Borghesi, Barilari, Bianchi, Zuchegna (Pellicani), Castellini, Pagani, Keller (cap.), Isolani, Bettarelli, Roggi, Rossini, Massini (Bartolozzi), Di Renzo, Meazzini.

A disposizione : D’Uva, Al Majali, Pinto, Fattorini, Ucci, Lanini.

Allenatori : Villanacci, Batistelli.

Similar Posts